Sito Istituzionale Comune di Altofonte

    Immacolata - 8 Dicembre

     La festa dell’Immacolata è organizzata dalla Congregazione di Maria SS. Immacolata.

    Questa confraternita venne fondata nel 1778 da Padre Bartolomeo Gioito con lo scopo di venerare l’Immacolata. La congregazione dell’Immacolata è nata dall’unione degli artigiani di Altofonte: infatti i primi iscritti erano stati barbieri, calzolai e fabbri.

    La festa dell’Immacolata ad Altofonte è una delle ricorrenze religiose più importanti, e viene ogni anno celebrata con la partecipazione di un gran numero di fedeli. Struttura della festa. L’iter festivo può essere suddiviso in quattro fasi principali : la processione del 28 novembre che da inizio al periodo della novena; la Madonna viene portata in processione entrando in paese come simbolo di benedizione. la processione dell’Immacolata che, nel pomeriggio del 7 dicembre, percorre le strade del paese e che si caratterizza per la presenza di elementi vegetali non per nulla viene chiamata a processione ri mazzuna.

    L’addobbo della vara è caratterizzato dalla presenza di vegetali naturali quali: rami di alloro, murtidda, rosmarino e arance. Si conclude con la benedizione e il falò di mazzuna, fatti di "disa". il cosiddetto mattutino, che viene chiamato "a chiamata da Immaculatedda". Infatti in questa notte l’Immacolata chiama tutti i suoi figli: “ fratello ….. Maria Immacolata ti chiama!“. A questo richiamo i confrati rispondono: "ma che bedda sta chiamata di Maria Immacolata". Il fratello che viene chiamato risponde: "eccomi". Durante il mattutino si mangia per le strade, sfinge e biscottini, fatti dalle mogli dei confrati. The e caffè corretto, per ripararsi dal freddo. Il mattutino si conclude con la Messa, e con la mangiata delle "Vastedde", condite con olio e formaggio, o con semplice ricotta. la processione ufficiale dell’8 dicembre ed, in conclusione, i giochi pirotecnici .